marketing
Le tipologie di Marketing
4 luglio 2017
notebook
I 3 migliori Notebook del 2017
7 luglio 2017

La BBC si butta su contenuti per bambini online

bbc

La BBC, la tv pubblica britannica, sta cercando di ritagliarsi il suo spazio sui canali online dato che sulla classica televisione è uno tra i più grandi al mondo.

Sulle offerte di servizi televisivi online si sta scatenando una vera e propria guerriglia economica; Netflix ha conquistato i cuori della maggior parte degli amanti delle serie tv e dei film americani, You Tube dopo un netto calo sta cercando di ampliare la sua offerta mettendo a disposizione anche trasmissioni live, anche Amazon si è inserita in questo business da miliardi di dollari con Prime Instant Video e, ovviamente, anche la BBC ha la sua grossa piattaforma di servizi online.

Per recuperare la predominanza perduta, il direttore generale della BBC Tony Hall ha annunciato un piano da 38,8 milioni di euro in appena 3 anni per potenziale la propria offerta riguardanti i contenuti per i bambini. Questa importante mossa commerciale arriva dopo la pubblicazione del report della stessa BBC dove la maggior parte dei bambini tra 6 e 12 anni, prevalentemente britannici, ha indicato di utilizzare You Tube per la visione dei propri contenuti preferiti.

Sicuramente battere la concorrenza di You Tube sarà una dura impresa per la BBC ma non è impossibile; sarà necessario organizzare campagne pubblicitarie mirate al raggiungimento di un target molto giovane ma soprattutto servirà una riorganizzazione di quello che è il palinsesto sui canali online facendo attenzione a non perdere l’attenzione dei più grandi. Insomma, per gli addetti ai lavori della BBC si preannuncia un triennio pieno di lavoro.