Gianni Morandi
Palinsesto Mediaset: presentati i programmi tv della nuova stagione
22 agosto 2017
theresa may
Stop alla libera circolazione in Gran Bretagna dal 2019
2 settembre 2017

Ologrammi nel gambling, cosa può cambiare e a chi interessa l’innovazione

La scienza si mette a disposizione del gioco d’azzardo. L’industria del gambling è una delle più attive del terzo millennio, di cui costituisce forse un’eccezione nel trend. Uscita indenne e anzi rafforzata dal periodo di crisi, ha trovato un incremento graduale in quasi ogni contesto sociale e culturale. Merito anche della sua spiccata attenzione alle novità, con cui stupisce l’utenza e richiama una clientela continuamente rinnovata. Il prossimo passo avanti dovrebbe sfruttare un campo ancora non molto sviluppato, ma già presente nell’immaginario comune grazie ai film di fantascienza: gli ologrammi.

Le ricerche sono a uno stadio più avanzato di quanto si creda comunemente. Diverse start up si stanno occupando di potenziare le funzioni della tecnologia, che finora ha avuto la sua forma embrionale nel campo pubblicitario. Il settore del gioco d’azzardo per il momento si limita a stare sull’attenti, consapevole di poter ricavare introiti non indifferenti da una simile rivoluzione digitale. La possibilità di proiettare ologrammi ha un potenziale immenso sul pubblico di specialità come blackjack e roulette, in cui già il live dealer ha portato con sé l’interesse di diversi giocatori. L’applicazione potrebbe in questo caso essere estesa alle slot machine, che di sicuro può contare su un pubblico più ampio.

Le aziende interessate ad applicare gli ologrammi al settore dell’azzardo sono diverse. Di certo tutti i migliori casinò online vorrebbero offrire una simile rivoluzione ai loro clienti, sperando così di avere una marcia in più nei confronti di tutta la concorrenza. Gli sviluppatori di software hanno lo stesso stimolo: nel momento in cui verrà lanciato il primo gioco con tecnologia a ologrammi, tutti i siti vorranno avere un programma in grado di replicare la novità. Alcuni tra gli indiziati per proporre la novità potrebbero essere Playtech e Netent, aziende che collaborano con i migliori casinò online AAMS. L’azienda con sede nell’isola di Man ha finora concentrato i suoi sforzi sullo sviluppo di slot machine ispirate ai supereroi Marvel, e di certo trarrebbe un vantaggio enorme dal presentarli in 3D a casa dei propri clienti. La società svedese ha sempre puntato su un mix tra tematiche originali e funzioni speciali, e potrebbe ampliare la propria offerta proprio con la nuova tecnologia. Non vorranno certo rimanere esclusi dal business marchi storici come Novomatic, che finora ha basato il suo successo principalmente sul mercato live, ma da qualche anno si è proposto in rete con un riscontro altrettanto positivo.

Il vantaggio principale degli ologrammi nel settore gambling sarebbe l’immersione totale del giocatore nel mondo virtuale delle scommesse. Le slot machine potrebbero incrementare il loro impatto, sfruttando temi classici ed elaborandone nuovi per portare agli estremi il realismo dell’esperienza. In questo caso dunque l’attenzione degli sviluppatori si concentrerebbe non più sui bonus e sul cash out, ma sul gioco in quanto tale. Con gli ologrammi potrebbe infine cambiare, almeno in parte, la percezione stessa di gioco d’azzardo, almeno per quanto riguarda le slot machine. Finora il gioco è sempre stato associato a una speranza di vincita: con la nuova tecnologia il fattore potrebbe passare in secondo piano, portando lo scommettitore a giocare per provare l’esperienza di divertimento 3D. Un cambio di prospettiva epocale, se dovesse venire percepito dagli utenti.