enrico Letta
Enrico Letta lascia la politica
14 settembre 2017

Ragazzo inglese riceve l’ordine di lasciare il Regno Unito

Ogni anno migliaia di persone in UK vengono colpite da decreti di espulsione per mancanza dei requisiti necessari al fine di rimanere residenti nel territorio di Sua Maestà Elisabetta. Questa volta però è toccato ad un giovane nato sul territorio inglese e completamente ignaro del problema.

nShane RidgeA riportare la notizia è stato il portale d’informazione Mille News. Si tratta di Shane Ridge, giovane 21enne residente nel Lancashire, la scorsa settimana il ragazzo si è visto consegnare un decreto di espulsione.

Nato da padre inglese e madre australiana, i due però non si erano mai uniti nel vincolo del matrimonio e quindi lui non aveva automaticamente preso la nazionalità britannica e, tanto meno, aveva mai fatto richiesta perché non sapeva di averne bisogno.

Nella lettera consegnata al giovane si minacciava una multa da 5.000 sterline, circa 6500 euro, oppure il rischio di finire in prigione se non avesse lasciato il Paese nel giro di pochi giorni.

Il ragazzo ha raccontato ai giornalisti la curiosa vicenda che si cela dietro il decreto recapitatogli: “credo che il tutto nasca dal fatto che mia madre è nata in Australia mentre i miei nonni erano in vacanza dall’altra parte del mondo.” 

La spinosa situazione trova però la propria spiegazione nella legge britannica; l’ordinamento inglese, infatti, dice che per “per coloro che sono nati prima del Luglio 2006 al di fuori dei confini nazionali, la nazionalità del padre viene automaticamente riconosciuta se i genitori sono sposati”.

Dato che i genitori di Shane non si sono mai sposati, a lui non è mai stata riconosciuta la cittadinanza anche se nato e cresciuto sul suolo di Sua Maestà. Ora il ragazzo si trova in una scomodissima situazione perché tutta la sua famiglia è in Inghilterra, la sua ragazza, il suo lavoro.. tutto quanto.

Se non dovessero esserci ulteriori aggiornamenti, Shane dovrà trovarsi un nuovo Paese dove andare a vivere e senza nemmeno troppo spiegazioni. Il giovane dice di non aver mai avuto problemi nello svolgere alcune delle pratiche che richiedono la prova della cittadinanza, fatta eccezione per quando, lo scorso anno, gli fu rigettata la richiesta di avere il passaporto senza nessuna spiegazione. E forse, proprio quella richiesta fatta inconsapevolmente potrebbe essere stata la chiave scatenante del’enorme guaio in cui si trova in questo momento.