Sedie per ristoranti: 3 utili consigli

Quando si ha l’esigenza di cambiare le sedie del proprio ristorante, è bene prendere in considerazione alcune caratteristiche. Ecco 3 consigli, per acquistare il modello migliore in base alle proprie esigenze.

In un ristorante le sedie sono la parte dell’arredamento che più si usura con facilità. Le sedie per ristoranti, vuoi per il continuo utilizzo da parte dei clienti e degli addetti del ristorante, se non sono di buona qualità possono diventare inutilizzabili in pochi anni. Per chi si appresta a cambiare le proprie sedie, ecco 3 utili consigli da seguire.

Dai bar informali ai ristoranti di lusso, le sedute creano uno spazio confortevole dove degustare pietanze e bevande in tutta comodità. Fornire la giusta seduta ai propri ospiti, può voler dire offrire loro un maggior comfort durante la permanenza nel proprio ristorante.

Il materiale con cui sono realizzate le sedie, la loro altezza e l’imbottitura della seduta sono particolari a cui stare molto attenti.

1: Il materiale della struttura

Una sedia per un’azienda come un ristorante, deve essere più robusta delle tradizionali sedie casalinghe. Le proposte di Ikea, Carrefour e altre aziende per il settore consumer, non sempre si possono dire una soluzione ideale per un ristorante. Anche se il prezzo delle loro proposte è molto economico, e a detta loro resistente all’utilizzo di tutti i giorni, per stare tranquilli è bene acquistare delle sedute dotate delle giuste conformità.

Uno dei requisiti per sedie per locali aperti al pubblico, è quella ai Criteri Ambientali Minimi (CAM) e che le imbottiture siano ignifughe almeno in classe 1M. Queste due certificazioni, permettono a chi acquista sedute di essere sicuro della loro resistenza all’utilizzo e che le imbottiture sono resistenti al fuoco.

2: Il rivestimento della sedia

Un altro particolare molto importante per le sedie da utilizzare nel settore HO.RE.CA. (un acronimo che significa Hotellerie-Restaurant-Café e viene utilizzato per riferirsi all’industria alberghiera), è la qualità dei tessuti che sono utilizzati per il rivestimento. Anche in questo caso, come si è detto poco sopra, è bene che i rivestimenti in tessuto per le sedie siano in classe ignifuga 1M, così da non creare problematiche in caso di incendio.

Scegliere sedute economiche o non conformi alle normative richieste può essere un errore, perché in caso di verifica dall’ente preposto ci possono essere delle sanzioni e la richiesta di mettersi a norma nel più breve tempo possibile. Prima di fare un acquisto, è sempre bene chiedere al proprio consulente se esistono vincoli o normative da rispettare nell’acquisto di un determinato complemento d’arredo per il proprio ristorante.

3: Possibilità di impilare le sedie

Nei ristoranti – o chi lavora come catering – spesso ha il bisogno di impilare le sedie per spostarle in maniera più agile. Questa necessità, si può avere anche per eseguire una pulizia più accurata della sala, in particolare dopo un ricevimento o una festa. Avere la possibilità di spostare più sedie in un colpo solo, oltre a permette di ottimizzare i tempi di trasporto, è una comodità a cui difficilmente si deve rinunciare. In particolare nel caso di ristoranti che offrono il servizio di catering, dove il tempo è una costante che spesso è sempre scarsa.

Come è facile capire, non sempre è possibile scegliere la seduta perfetta al primo colpo. Per chi ha paura di fare degli errori, è bene farsi affiancare da un arredatore per ristoranti. La sua esperienza nel fornire soluzioni chiavi in mano, permetterà di fare la scelta migliore in base alle proprie necessità.

Grazie ai suoi consigli, si potrà acquistare una sedia con una struttura robusta ma allo stesso tempo bella visivamente, con un rivestimento di qualità e lavabile., l’imbottitura della sedia sarà confortevole per gli ospiti che vi si siedono.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *